Loading...

La Triumph retro streetfighter

23
novembre
2016
La Triumph retro streetfighter
Nessun commento

La Triumph retro streetfighter

Si sa ancora pochissimo di questo nuovo modello, per adesso traduciamo l’articolo di MCN per capirci qualcosa.

Top secret: una streetfighter retro per Triumph.

Caratteristiche principali:

  • Forcella anteriore e ammortizzatori posteriori di derivazione Thruxton R.
  • Motore della T120 elaborato/rivisto
  • Telaio della Bonneville T120
  • Fari anteriori presi direttamente dalla Street Triple 2007
  • Molto probabilmente si chiamerà Speed Twin e farà la sua comparsa sul mercato a fine 2017

Triumph sta pianificando di mettere in vendita una versione streetfighter della Thruxton R, alimentata dallo stesso motore bicilindrico 1200c. Esteticamente affascinante ma con caratteristiche decisamente performanti, questa nuova motocicletta sarà colei che dovrà portare l’eredità del nome Speed Twin, che Triumph ha messo nuovamente a registro poco tempo fa. La sua uscita incrementerà ulteriormente il rapido successo che ha conquistato la nuova gamma Triumph, con le due Thruxton, le Bonneville T120, il nuovissimo Bobber e i cinque diversi modelli di T100.

Essenzialmente una versione streetfighter della Thruxton R, la nuova Speed Twin è un crossover intelligente tra stili diversi, mischiando gli ormai leggendari “occhi tondi” e la posizione di guida verticale della prima generazione di Street Triple con la raffinatezza del telaio e del motore della Thruxton.

Decisamente aggressiva

Nonostante il motore della T100 e quello della T120 sono praticamente identici, è chiaro come Triumph stia puntando ad una soluzione decisamente veloce e aggressiva. Infatti, per quanto su questa moto sia stato montato il carter frizione di una T100 black, il copripignone e il carter volano sono decisamente della T120. Un’altra dimostrazione, nonostante sia a malapena visibile, è data dal fatto che dietro la gamba destra del pilota si intraveda la forma inequivocabile dei corpi farfallati della T120, con la loro copertura a simulare dei carburatori old school.

Sicuramente se avesse avuto un faro singolo, questo nuovo modello sarebbe stato decisamente meno interessante, ma usando gli occhi tondi della Street Triple, Triumph ha aggiunto un tocco moderno a quella che è un’offerta decisamente retro.

È palese che quella nella foto sia una test bike già ben rodata, anzi, potrebbe essere addirittura la versione di prova della nuova Thruxton/Bonnevile, riutilizzata e adattata. Possiamo notare come il progetto sia ancora in fase iniziale dal fatto, ad esempio, che le ruote siano una diversa dall’altra: l’anteriore in lega di una Street Triple e il posteriore a raggi della Thruxton, sulle quali è stata montata una coppia di Pirelli Diablo Rosso. La ragione più plausibile è che Triumph abbia intenzione di usare cerchi in lega: non solo sono esteticamente più in linea con l’aggressività di questa nuova motocicletta, ma aiuterebbero a distinguere ancora di più questo nuovo modello dalle Bonneville T120 e i loro cerchi a raggi da 18 all’anteriore.

Soluzioni essenziali

Un altro indizio a riprova del fatto che sia una moto ancora in fase embrionale è la mancanza totale di parti distintive. L’impegno di Triumph per dare ad ogni modello un design e uno stile caratteristico è ampiamente riconosciuto, e l’essenzialità della moto unita alle soluzioni ingegneristiche “di base” che si vedono nella foto ci suggeriscono che non sia ancora pronta ad andare in produzione. Le piastre di sterzo sono piuttosto rozze e montano tra di esse un supporto anch’esso piuttosto raffazzonato, il quale sorregge la coppia di fari e la strumentazione. In cima alla forcella c’è un insieme di piastre assemblate tipo Jenga per poter consentire al grosso manubrio di tipo flat bar di essere montato in diverse posizioni e altezze, in modo da essere d’aiuto ai tester per capire quale sia il miglior triangolo sella-manubrio-pedane.

Al più presto, ci si può aspettare l’uscita di questa moto alla fine del 2017.

Triumph retro streetfighter

Triumph’s secret retro streetfighter

source: MCN

Lascia un commento